Fotografare in viaggio in Africa

Viaggiare è la cosa più bella che possiamo fare. Già nel momento in cui incominciamo a visualizzare il viaggio, a parlarne con il proprio compagno e a immaginare quello che potremmo fare e vedere riceviamo “good vibration”. Se poi diamo un fine alla nostra avventura allora è tutta un’altra storia.

Quest’anno abbiamo scelto di ripercorrere il viaggio del 2017 in Africa. Siamo partiti da Johannesburg, attraversato la parte West del Botswana, abbiamo dedicato 10 giorni alla Namibia e siamo ritornati in Botswana.  In tutto 30 giorni di viaggio, 12.000km percorsi. Scattato foto e realizzato video per più di 2 Tb.

Nel programmare il viaggio abbiamo avuto molti dubbi sulla reale fattibilità causa paure sulle chiusure “Covid”, di informazioni sulla reale situazione sanitaria non ne avevamo (dall’Africa non hanno mai risposto alle mie mail di richiesta informazioni), e così ci siamo trattenuti dal programmare visite a luoghi troppo fuori dai soliti percorsi.

Come fotografi siamo partiti carichi e con una degna attrezzatura. Avevamo su ogni macchina un solo obbiettivo, in modo da evitare di sporcare troppo i sensori. Ale con la A7III montava il Sony 24-105 f4 che in viaggio si rivela sempre il miglior compromesso, e con la A7IV il Sony 100-400mm, uno spettacolo di tele che dimostra la sua ottima versatilità e il suo peso contenuto la hanno reso il preferito per ogni genere di foto.

Io con al A7C ho il solito Tamron 28-75mm f2.8, leggero e preciso, e con la A7III il Sony 200-600mm, che si è rilevato fondamentale in tante situazioni (gli animali sono sempre o a pochi metri da noi oppure lontani e accucciati nel bush), anche se non facilissimo da utilizzare e “ingombrante”.

Uno dei miei fotografi preferiti è David Yarrow, testimonial Nikon, e anche “youtuber”. Alcune sue foto mi sono state di ispirazione per il viaggio, dove ho sempre cercato di ricreare la scena e ho pensato nel momento dello scatto al risultato in Bianco/Nero come le sue foto. In parte ci sono riuscito, tenendo conto del limitato tempo che abbiamo per scattare, nei suoi video ci racconta il backstage di una foto, una settimana o due di intenso lavoro per una foto. Noi siamo anche viaggiatori, quindi abbiamo cercato di ricreare la stessa foto, ma con meno tempo a disposizione.

Ora ci tocca la parte di selezione e di sviluppo. Un lavoro “lungo” già solo nel momento in cui si deve decidere quale foto scartare, quale conservare e quale sarà da post produrre e con che “eventuale” ritaglio.

Sudafrica Namibia Botswana

2022 photography.

Post produzione

Una buona foto non richiede post produzione, ma solo un corretto sviluppo
huge-1 Fotografare in viaggio in Africa

Gian Maria

Commercial photography

huge-2 Fotografare in viaggio in Africa

Alessandra

Arty projects

huge-1-1 Fotografare in viaggio in Africa
huge Fotografare in viaggio in Africa
striscia-1024x335 Fotografare in viaggio in Africa